A mia moglie piace farsi sottomettere

RISPONDI ALL'ANNUNCIO

Mia moglie è una donna bellissima che adora vivere il sesso come un piacere intenso. Un autentico gioco di ruoli che da sempre ci permette di avere la giusta intesa sotto le lenzuola: si chiama Lorenza ed è una donna fantastica che adora farsi sottomettere. Nel corso degli ultimi tempi abbiamo provato svariati tipi di esperienze proprio perché ci sentiamo sempre pronti a lasciarci andare.

Adora tantissimo essere sottomessa come una vera e propria slave a cui chiunque può dare qualsiasi ordine. Infatti io mi sono sempre dilettato a chiederle qualsiasi cosa e lei, da buona schiava, ha sempre rispettato tutti i miei voleri. Ecco perché non posso fare a meno di dire che lei è la donna dei miei sogni che mai avrei pensato di avere nella mia vita. Ci siamo sposati da 5 anni e dopo una brutta relazione precedente: stavo con una donna che non voleva mai fare certe cose e che mi faceva sentire un autentico pervertito. Un’ottima occasione è stata quella di conoscere, quasi per caso, Lorenza che mi ha colpito fin da subito per via della sua sfrontatezza.

D’altronde penso non ci sia uomo che non gradisca un’esperienza sessuale del genere. Mia moglie ama farsi sottomettere proprio perché è una donna molto aperta e che vuole lasciarsi andare con me, ma anche con altri uomini. Il suo ruolo di slave lo abbiamo messo in atto quasi per caso: per gioco, mentre cenavamo sul divano, il clima iniziò a farsi rovente e così ci iniziammo a stuzzicare un po’. La cosa si fece molto piccante e così, scherzando, le diedi l’ordine di spogliarsi completamente nuda e farmi del sesso orale. Lei, prendendo l’ordine sul serio, non rispose e si spogliò immediatamente senza batter ciglio. In quel momento ho capito che lei gradiva ricevere ordini hot da me in quanto schiavetta sensuale e sempre vogliosa di rompere qualsiasi schema. Da quel momento in poi posso dire che ci siamo divertiti molto e che insieme abbiamo avuto modo di vivere esperienze sessuali da ricordare.

Devo ammettere che Lorenza racchiude in sé tutte le caratteristiche ideali di una donna sfrontata e che sappia svolgere perfettamente il suo ruolo di slave. Col passare del tempo, la cosa è andata avanti e non si è limitata solo a quella sera. Ho capito che gradiva molto che io facessi il suo master, sempre pronto a dare degli ordini, nel momento in cui, dopo qualche sera, mi chiese cosa avrebbe dovuto fare per accontentare il volere del suo padrone. Posso dunque dire che lei è stata la scelta migliore per me che ho sempre desiderato trovare una donna incredibile e molto piccante. Con lei sono me stesso e posso divertirmi, sentendomi molto appagato nel mio ruolo di master. Durante i nostri rapporti sessuali ho il comando delle operazioni, ecco perché posso dire che a mia moglie piace moltissimo farsi sottomettere.

Mia moglie è molto sottomessa, porca a letto e amante di tutto ciò che possa farla sentire una bella schiava eccitata. Ancora più bello è fare sesso con altri uomini: un episodio molto provocante fu quello con il mio capo, invitato a cena a casa mia per poter provare ad ottenere un progetto che tanto desideravo. Durante le chiacchierate a tavola, notavo come, non appena lei si alzasse, i suoi occhi andavano dritti dritti sul suo bel fondoschiena. Questa cosa in un certo modo mi faceva eccitare in quanto sapevo bene che aveva anche lui voglia di fare sesso con lei, ma non mi spaventava di certo dato che so bene quanto sia forte il nostro vincolo amoroso, oltre che sessuale.

Ad un certo punto così chiesi a entrambi di spostarci sul divano e lì era evidente che qualcosa sarebbe potuto succedere. Sia io che il mio capo eravamo molto eccitati, come testimoniava ciò che si vedeva attraverso i pantaloni… E la cosa particolare fu che entrambi volevamo avere il comando della situazione dando una serie di ordini a Lorenza la quale avrebbe dovuto solamente eseguire senza dire nulla né tanto meno ribellarsi. Questa cosa mi è sempre piaciuta molto in quanto è quello che mi ha fatto perdere la testa per lei. Così io e il mio capo, entrammo in sintonia in quel momento, e lei capì che di lì a poco avrebbe solo dovuto eseguire tutti i comandi che le avremmo dato.

Iniziò così ad alzarsi la gonna, come le ordinò Gianfranco, il mio superiore a lavoro. Le chiese di togliersi le mutandine e piegarsi così da fargli vedere la sua bella vagina: questa cosa fece eccitare ancor di più entrambi che così iniziammo ad esercitare il nostro ruolo di master in maniera sincronizzata. Ecco perché quella serata iniziò a prendere una piega decisamente diversa e molto piccante non appena lei si sentì sottomessa, proprio come desiderava. Così andò nell’altra stanza, sempre col culo di fuori, a cambiarsi e a indossare i panni della schiava sottomessa. Decise di mettersi un intimo in pelle che lasciava pochissimo spazio all’immaginazione e che ci avrebbe permesso di fare qualsiasi cosa con il suo corpo e con le sue forme molto rotonde.

E così ci lasciammo completamente andare e sia io che Gianfranco prendemmo il potere completo della situazione. Lorenza eseguiva tutti i nostri ordini e devo dire che mai mi sarei aspettato di avere un capo particolarmente desideroso di vivere esperienze di sesso molto eccitanti come quella con noi. Un’ottima occasione per conoscerci e per sperimentare qualcosa di bello insieme. Mi colpì molto nel momento in cui lui iniziò a spogliarsi, si tolse i calzini e ordinò a mia moglie di iniziare prima a leccare i suoi piedi e successivamente anche i miei. Questa cosa non mi era mai capitata di chiederla, ma devo dire che è qualcosa di molto intrigante che vale la pena provare davvero.

Senza dimenticare che successivamente Lorenza si è data da fare anche con le nostre parti intime, oltre a farsi penetrare dallo strapon e da tutta una serie di giochi erotici che avevamo in casa. Gianfranco apprezzava molto e devo dire che tra tutti e tre si era creata la giusta atmosfera di sana trasgressione che piaceva moltissimo e ci faceva godere senza dubbio. Lorenza è stata sempre perfetta in quella occasione, ma non solo, dato che è sempre pronta a sottomettersi di fronte a qualsiasi uomo, che sia io o un altro. Gianfranco le dava ordini, così come facevo io, e lei eseguiva senza dire nulla ma proprio come una porca schiava che vuole solamente sesso.

Ovviamente il rapporto sessuale vissuto insieme non ha cambiato nulla con il mio capo, ha solo finito per aumentare quell’intesa piccante che di certo non guasta. Sono contento della mia moglie schiava che adora indossare i panni della donna sempre sottomessa e che deve solamente eseguire una serie di ordini. Devo dire che ho la donna che tantissimi uomini desiderano e che difficilmente si ha modo di trovare per davvero. Mia moglie sa assecondare qualsiasi fantasia di un master come me che ha voglia di affermarsi come il migliore in campo sessuale. Siamo pronti anche a condividere la nostra intimità con altre persone purché si tratti di uomini pronti a tutti e disposti a lasciarsi andare senza limitazioni di alcun tipo. Un master come me e una slave come Lorenza formano davvero la coppia dei sogni.

CONTATTAMI IN PRIVATO

Lascia un commento